Risanamento ozono
17 dicembre 2014
Trovare perdita gas
17 dicembre 2014

Fai da te

perizie_danni_acqua
user_2149_140
trovare_perdite_acqua_idriche
user_2149_75
user_2149_790
logo-slide
user_2149_331
ricerca_perdite_idriche
user_2149_712
user_2149_85
termografia_aerea_drone
videoispezione_subacquea
specialista_ricerca_perdite
controllo_dispersioni_termiche
videoispezioni_condotte
controllo_casa
risanamento_vecchi_impianti
bonifica_odore_incendio
asciugature_edili_bonifiche
controllo_impianti_elettrici
mappatura_impianti_acqua_tubazioni
ricercare_infiltrazione_giardino_guaina
collaudo_manti_impermeabili
collaudo_fognature_tubazioni
indagini_georadar_mappatura_impianti
ricerca_infiltrazioni_acqua_tetti
risanamento_tubazioni_acqua
bonifica_muffa_umidita
ricerca_perdite_piscina
In questa sezione vogliamo condividere un breve tutorial riportante alcune semplici informazioni su come eseguire dei piccoli interventi di carattere idraulico per la casa, sfruttando la tecnica del fai da te, particolarmente utile quando un idraulico non è a portata di mano. Gli argomenti saranno trattati in modo semplice e generico senza utilizzare termini tecnici al fine di renderli comprensibili anche ai profani, in caso di esigenze più specifiche e tecniche diventa opportuno consultare un operatore professionale.

In primo luogo si consiglia di eseguire sempre qualunque lavoro in piena sicurezza, utilizzando attrezzi adatti allo scopo e seguendo le norme di sicurezza, con particolare attenzione quando si ha a che fare con impianti collegati alla rete elettrica e con il gas domestico, in questi casi è consigliato o necessario rivolgersi ad un tecnico specializzato.

Sono molti gli argomenti che si potrebbero trattare nell’ambito dell’idraulica, ma al momento cercheremmo di selezionare solo semplici argomenti in tema con le perdite acqua e riparazioni idrauliche di emergenza.

  1. Prima di eseguire un foro con il trapano sul muro si consiglia di utilizzare sempre un cercametalli per verificare se esistono tubi o cavi elettrici nella zona di foratura e comunque procedere con calma durante la foratura perchè se ci fosse un tubo in plastica non verrebbe rilevato dallo strumento a meno che non si utilizzi uno specifico rilevatore per tubi in plastica.
  2. Quando un tubo ha un buco, conviene tagliarlo nella posizione del buco con un seghetto o un tagliatubi, ripulendo eventuali sbavature ed eseguire una giunta tra le due estremità rimaste.
  3. I tubi in ferro zincato devono essere filettati alle estremità e utilizzando dei pezzi speciali si eseguono le giunte.
  4. I tubi in PVC possono essere con o senza bicchiere per le giunte a incastro in cui si applica uno specifico mastice di saldatura o utilizzando elementi e raccordi con guarnizione.
  5. I tubi in polietilene utilizzano giunti a vite con guarnizioni che stringendoli chiudono a pressione il tubo.
  6. I tubi in multistrato vengono pinzati a compressione direttamente su pezzi speciali con specifica attrezzatura per eseguire le giunte.
  7. I tubi in rame possono essere pinzati a compressione o saldati sui pezzi speciali per eseguire le giunte, o giuntati con specifici raccordi con guarnizione.
  8. La cassetta del WC che perde acqua con il rigolo nel vaso necessita di una manutenzione negli elementi interni al fine di rimuovere il calcare che si è formato attorno alla guarnizione sul fondo della cassetta.
  9. Quando uno scarico della cucina o del bagno forma una zona di bagnato lungo il suo percorso a causa di un trabocco da una giunta, potrebbe essere necessaria la pulizia della fossa biologica o della condensa grassi, oppure l’intervento di pulizia con una sonda ad alta pressione per il lavaggio del tubo o la rimozione di materiale depositato con utilizzo della specifica molla sturatubi o utilizzando semplicemente la classica ventosa.
  10. Sconsigliato utilizzare acidi o potenti pompe ad aria per sgorgare tubi di scarico, il rischio è di creare un maggiore danno.
  11. In caso sia la colonna di scarico verticale ad avere problemi, conviene sostituire il tratto danneggiato segando via la zona rotta e inserendo uno specifico elemento scorrevole che consente di giuntare le due estremità del tubo, limitando così l’opera di demolizione della parete.
  12. In caso di perdita dal tubo di mandata acqua sanitaria chiudere la valvola generale o il contatore acqua e finchè la riparazione non è eseguita aprire solo quando strettamente necessario per limitare l’acqua dispersa.
  13. E’ buona regola coprire il contatore e la volvola generale se esposta alle intemperie, avendo cura che la chiusura della valvola e del contatore venga azionata periodicamente al fine di non ritrovarsela arrugginita e bloccata quando invece diventa realmente necessario chiuderla, quindi lubrificarla almeno una volta all’anno per evitare che la condensa creata dal passaggio dell’acqua sviluppi ruggine che potrebbe rovinarla.
  14. Assicurarsi che nei tratti di tubi in ferro esposti all’aperto sia presente una adeguata coibentazione al fine di non farli ghiacciare e quindi porli a rischio di rottura, evitando allo stesso tempo anche che si formi la condensa sul tubo nei periodi di gran caldo e quindi successiva ruggine e quindi formazione di buchi.
  15. Quando un tubo si rompe per il ghiaccio, o si ha il dubbio se è rotto, chiudere sempre la valvola dell’acqua che lo alimenta, perchè dopo il disgelo inizierà la perdita.
  16. La presenza di aria all’interno di tubi dell’impianto di riscaldamento o nei termosifoni non significa che c’è una perdita, ma che bisogna sfiatare l’aria o controllare che la valvola di sfiato automatica posta nella parte alta dell’impianto funzioni correttamente.
  17. L’impianto di riscaldamento presenta una perdita quando il manometro della caldaia scende di pressione, salvo i casi in cui il vaso di espansione sia danneggiato, ed in questi casi conviene aprire leggermente il carico dell’acqua per integrarle la pressione al fine di evitare il blocco caldaia, ma premurandosi di eseguire quanto prima la riparazione per evitare di saturare di calcare la caldaia con i continui rabbocchi di acqua.
  18. In caso sia la valvola o il detentore di un termosifone a gocciolare acqua, per sostituirlo senza svuotare l’impianto, specie quando ci si trova in un grosso condominio, conviene ghiacciare i tubi nella zona appena prima di valvola e detentore, utilizzando uno specifico kit ad anidride carbonica, questo sistema lascia il tempo necessario per eseguire il cambio valvole senza perdere un goccio d’acqua.
  19. Nel caso in cui si deva eseguire una veloce riparazione di emergenza su un tubo che presenta un buco e non si voglia o possa eseguire di meglio, conviene chiudere l’acqua, asciugare e pulire il tubo per quanto possibile, avvolgere a più strati il tubo con una fasciatura realizzata con del nastro tipo autoagglomerante da elettricisti, avendo cura di incrociare per bene il nastro su se stesso ad ogni passaggio, oppure applicare sopra al buco e/o avvolgendo il tubo con specifico stucco a due componenti.
  20. Quando si avvita un raccordo di un rubinetto, di un tubo o qualunque elemento idraulico avente un filetto, abbiate cura di posizionarlo e stringerlo fino a dove possibile con le sole mani, al fine di non rovinare il filetto o rischiare di avvitarlo storto.
  21. Una piccola nota sul box del piatto doccia, assicurarsi che la siliconatura avvenga solo sul lato esterno del box, tra parete e box e tra piatto doccia e box, niente silicone nel lato interno, in modo da evitare che la struttura del box si riempia di acqua e crei infiltrazione nel muro attraverso il passaggio delle viti di ancoraggio a parete.
  22. Da non dimenticare che in caso di perdita abbondante di acqua o di allagamento è consigliato staccare subito l’elettricità al fine di evitare corti circuiti e di procedere con una rapida asciugatura dell’acqua per non aumentare il danno o arrivare a bagnare anche la casa dei vicini.

 

Nella speranza di avere dato un utile contributo a risolvere piccole emergenze casalinghe e ricordandovi che quando la cosa si fa più seria e complicata, prima di demolire muri e pavimenti per cercare un tubo rotto rivolgetevi a noi di CERCAPERDITE.COM… chiamateci, una telefonata non costa nulla e può farvi risparmiare un sacco di soldi!