Infiltrazioni giardino pensile
17 dicembre 2014
Test fumogeno
17 dicembre 2014

Infiltrazioni acqua terrazzi

Il mondo dei produttori di sistemi impermeabilizzanti propone metodi e materiali di diverso tipo che possono essere applicati su un terrazzo o lastrico solare al fine di impedire all’acqua di infiltrarsi ed in certe situazioni, alcuni materiali e metodologie di nuova generazione godono solo di uno storico recente sui loro risultati per potere essere confrontate con quelle più storiche.

Alcune tecniche e materiali di impermeabilizzazione sono diventati di uso comune grazie ai casi di buon successo ottenuti nell’arco di anni di applicazioni, ma anche in casi di un buon marketing vendite.

Nelle svariate situazioni costruttive che vedevano l’utilizzo del bitume liquido o di teli bituminosi come metodo storico di impermeabilizzazione, si è alternato con manti impermeabili in PVC e relative varianti, arrivando alle più recenti tecniche di impermeabilizzazione che vedono in azione svariate tipologie di materiali di tipo liquido, semiliquido, in teli, a più componenti, monocomponenti, a strati, con tessuti, con fibre, con reti, con malte dense o fluide, ecc. ecc., abbinati a volte a colle elastiche, sigillanti per fughe contro l’acqua, contro l’umidità, primer, ancoranti, fetuccine, nastri, ecc. ecc.

Senza entrare nel merito delle tecniche più idonee per risolvere problemi di infiltrazione acqua che a volte si possono presentare dopo una lieve pioggia oppure in occasione di veri e propri diluvi, mentre altre volte le infiltrazioni si manifestano solo in accasione di neve sul terrazzo dopo intense nevicate e non quando piove, ci limitiamo ad osservare nel generale alcune semplici situazioni di esempio nel caso di infiltrazioni di acqua sull’impermeabilizzazione di un pavimento piastrellato che si potrebbe trovare su un terrazzo o un lastrico solare e quindi sottoposto ad acqua e sole, analizzando due semplici situazioni:

  • pavimenti con guaina bituminosa armata poliestere in telo o telo PVC posati sopra il solaio o massetto di pendenza, posa massetto cementizio sopra la guaina, collante su massetto con posa piastrella.
  • pavimenti con massetto di pendenza posato sopra il solaio, guaina bicomponente liquida con armatura in tessuto o rete, posata sopra il massetto, collante su guaina con posa piastrella.

 

Il primo caso, quello con la guaina sotto il massetto è quello in cui l’acqua si infiltra da un punto di rottura o di scollamento della saldatura dell’impermeabilizzazione, e si espande nella zona tra il supporto e la guaina sfruttando lo spazio lasciato dalla non aderenza della guaina al fondo di posa, seguendo avvallamenti e pendenze della struttura, creando sacche d’acqua dove trova maggiore spazio e andando a bagnare tutto quello con cui l’acqua viene a contatto. In poche parole una situazione di questo tipo, se trascurata, porta a degenerare in un grave problema per la struttura presente sotto il manto impermeabile.

impermeabilizzazione_terrazzo

Il secondo caso, quello con la guaina sopra il massetto è quello in cui l’acqua si infiltra da un punto di rottura dell’impermeabilizzazione, e si espande in posizione limitrofa a quel punto, delimitando l’estensione dell’infiltrazione perchè l’aderenza della guaina al massetto non lascia libero passaggio all’acqua.

In poche parole una situazione di questo tipo, se trascurata porta a degenerare localmente la struttura sotto l’impermeabilizzazione e alla lunga anche il pavimento in piastrelle su cui sono posate. La situazione peggiora quando il massetto non è più in adesione al solaio e lascia lo spazio all’acqua di passare liberamente, allargando l’area di bagnatura e con il tempo interessando una superficie sempre maggiore, oppure nel caso in cui sotto il massetto esistono dei pannelli termoisolanti favorendo così il passaggio dell’acqua una volta arrivata sul solaio che avrebbe un libero passaggio ovunque seguendo la pendenza dello stesso solaio.

guaina_piastrelle_terrazza

Altri punti critici in entrambe le situazioni, possono essere gli ancoraggi delle ringhiere, i parapetti metallici, i tubi in plastica o gomma definiti “corpi passanti”, scossaline copri risvolti verticali, battiscopa, soglie marmo,  giunti tecnici, raccordi verticali e orizzontali, spigoli vivi, angoli, crepe e fessure del muro perimetrale, passaggi di impiantistica idraulica ed elettrica e situazioni di scarsa o limitata aderenza con l’impermeabilizzazione in generale, che con gli assestamenti strutturali ed i cambi di temperatura subiscono dilatazioni e trazioni, andando a “stressare” la posizione di giunta con la guaina impermeabilizzante o gli angoli di curvatura della guaina stessa, che con il tempo si potrebbe staccare o degradare nelle caratteristiche di elasticità, o in certi casi “soffrire” della presenza di acqua a ristagno, necessitando di verifica e manutenzione periodica se in posizione visibile.

L’esperienza dei tecnici di CERCAPERDITE.COM permette di analizzare attentamente le varie situazioni, in quanto le variabili progettuali possono essere molteplici e le tecniche strumentali di indagine per la ricerca infiltrazioni acqua che vengono utilizzate sono applicate in modo specifico da personale specializzato e certificato per ogni metodo strumentale, in modo di ricavare preziose informazioni per localizzare le presunte posizioni delle problematiche, partendo dal presupposto di non invadere e non rovinare la struttura che si vuole analizzare tramite indagini non distruttive.

Nel caso in cui diventi necessario eseguire il rifacimento della pavimentazione del terrazzo, può valere la pena di analizzare anche il metodo di nuova pavimentazione senza demolizione che proponiamo come novità assoluta.

 

Chiamaci per una consulenza telefonica GRATUITA
da rete fissa Numero Verde 800.031986
Oppure chiama direttamente il numero telefonico 335.7756136 per
contatto diretto con un tecnico
INTERVENTI RAPIDI IN TUTTA ITALIA
Se desideri scriverci puoi farlo anche qui: info@diemmeartecasa.com