Aria nei termosifoni
17 dicembre 2014
Valvole acqua difettose
17 dicembre 2014

Risparmiare acqua

perizie_danni_acqua
user_2149_140
trovare_perdite_acqua_idriche
user_2149_75
user_2149_790
logo-slide
user_2149_331
ricerca_perdite_idriche
user_2149_712
user_2149_85
termografia_aerea_drone
videoispezione_subacquea
specialista_ricerca_perdite
controllo_dispersioni_termiche
videoispezioni_condotte
controllo_casa
risanamento_vecchi_impianti
bonifica_odore_incendio
asciugature_edili_bonifiche
controllo_impianti_elettrici
mappatura_impianti_acqua_tubazioni
ricercare_infiltrazione_giardino_guaina
collaudo_manti_impermeabili
collaudo_fognature_tubazioni
indagini_georadar_mappatura_impianti
ricerca_infiltrazioni_acqua_tetti
risanamento_tubazioni_acqua
bonifica_muffa_umidita
ricerca_perdite_piscina





Forse può sembrare banale, ma la regola principale per risparmiare acqua è non usarla, però dal momento che diventa necessario aprire il rubinetto per bere, farsi la doccia, lavare i piatti, lavarsi le mani, innaffiare le piante, ecc. l'unica maniera per risparmiare acqua è fare in modo che da quel rubinetto ne esca meno, avendo un pò di occhio ai consumi e soprattutto evitando gli sprechi.
In modo pratico, si può ridurre di circa il 50% la quantità d'acqua erogata dai rubinetti a cui non serve averne poi così tanta, come ad esempio nella doccia, il lavandino, il bidè, il lavello cucina, ed avere un flusso di acqua che rimanga pressochè invariato, il tutto tramite un semplice dispositivo applicato al rubinetto che permette di non sprecarla, perchè arrichito di bollicine di aria.

La maggior parte del tempo in cui un rubinetto rimane aperto noi di quell'acqua ne usiamo solo una piccola parte, basti pensare a quando ci laviamo i denti con il rubinetto aperto, a quanta acqua scorre ed a quanta poca in realtà ne usiamo, per non parlare dell'enorme spreco di acqua durante la doccia con tutta quell'acqua calda che scorre a nostra disposizione, a quanto tempo passiamo a insaponarci ed a quanto poco a risciaquarci, moltiplicate questi parametri per tutti i componenti della famiglia e fate presto ad ottenere qualche ettolitro di acqua sprecata ogni giorno.

Risparmiare acqua si traduce anche in un risparmio energetico di gas, quando ad uscire dal rubinetto è acqua calda e riuscendone a consumare circa la metà, significa inquinare meno l'ambiente perchè la caldaia lavora meno per produrla e rilascia nell'atmosfera meno gas di scarico.

Il dispositivo per rubinetti è un particolare riduttore di portata da applicare al posto del tradizionale frangigetto o del classico aeratore a filtro che non riducono minimamente la pressione dell'acqua in uscita dal rubinetto.

Il funzionamento del dispositivo riduttore di portata è alquanto semplice ma di particolare ingegno, in quanto l'acqua attraversandolo, viene deframmentata e miscelata ad aria nella giusta proporzione. Il getto dell'acqua non subisce sensibili variazioni anche in caso di abbassamento della pressione in ingresso del rubinetto, rimane in quantità ottimale e molto confortevole all'utilizzo, si passa infatti dai potenziali 22 l/min a 9 l/min di acqua.

Mediamente la resa all'uscita dal dispositivo riduttore di portata è di circa 9 litri/minuto indipendentemente dalla pressione in ingresso e questo significa tenere sotto controllo il consumo di acqua, riducendo mediamente di circa il 50% la quantità di acqua consumata.

L'acqua in uscita dal dispositivo assumerà una colorazione leggermente più bianca in quanto contiere bollicine di aria, ma non avvengono variazioni di temperatura e caratteristiche dell'acqua.

Nella speranza che un semplice gesto possa risvegliare un pò di attenzione e di occhio ai consumi idrici, auguriamo che l'esempio possa dare un contributo ad evitare inutili sprechi d'acqua.
Basta con lo spreco incontrollato di acqua, perchè l'acqua è la risorsa più preziosa per la vita.