Sigillatura fessurazioni

Noleggio localizzatore sottoservizi interrati
25 marzo 2015
Attrezzatura Corsi – Training
26 marzo 2015

Sigillatura fessurazioni

perizie_danni_acqua
user_2149_140
trovare_perdite_acqua_idriche
user_2149_75
user_2149_790
logo-slide
user_2149_331
ricerca_perdite_idriche
user_2149_712
user_2149_85
termografia_aerea_drone
videoispezione_subacquea
specialista_ricerca_perdite
controllo_dispersioni_termiche
videoispezioni_condotte
controllo_casa
risanamento_vecchi_impianti
bonifica_odore_incendio
asciugature_edili_bonifiche
controllo_impianti_elettrici
mappatura_impianti_acqua_tubazioni
ricercare_infiltrazione_giardino_guaina
collaudo_manti_impermeabili
collaudo_fognature_tubazioni
indagini_georadar_mappatura_impianti
ricerca_infiltrazioni_acqua_tetti
risanamento_tubazioni_acqua
bonifica_muffa_umidita
ricerca_perdite_piscina
In questa sezione vogliamo condividere un breve tutorial riportante alcune semplici informazioni su come eseguire dei piccoli interventi di manutenzione per la casa, sfruttando la tecnica del fai da te, particolarmente utile quando uno specialista non è a portata di mano. Gli argomenti saranno trattati in modo semplice e generico senza utilizzare termini tecnici al fine di renderli comprensibili anche ai profani, in caso di esigenze più specifiche e tecniche diventa opportuno consultare un operatore professionale.

Vi siete mai trovati a tu per tu con una crepa o fessura nel muro?

Capita molto spesso che la muratura su facciate esterne di un edilicio nelle zone di dilatazione, assestamento, giunti, ecc. si manifesti in superficie una linea di fessurazione e tale zona diventa potenzialmente pericolosa alle infiltrazioni di acqua piovana, che possono creare maggiori danni come distacchi di infotaci, fenomeni di umidità e infiltrazioni di acqua all’interno delle abitazioni.

In tutte le situazioni in cui diventa necessario eseguire una sigillatura di una fessura o crepa è meglio fare le cose nel migliore dei modi, per dare alla riparazione una maggiore durata.

La durata di una riparazione è legata a molti fattori variabili, in cui prevalgono la qualità del lavoro legato alla qualità e tipo di materiali, le temperature, gli assestamenti strutturali, vibrazioni, carichi strutturali.

sigillatura_fessurazione_muro

In alcune situazioni potrebbe tornare facile il pensiero di sigillare una fessurazione, specie se ampia, utilizzando schiume poliuretaniche, ce ne sono di diversi tipi, alcuni molto specifici, ma molto spesso il livello sigillante è da valutare in ragione della posizione di applicazione, sebbene in alcuni casi diventi una soluzione pratica, veloce e risolutiva, quindi in quei casi utilizzare solo materiali mirati allo scopo.

In molte altre situazioni la soluzione più idonea per sigillare fessurazioni, è l’applicazione di siliconi, anche qui ne esistono un’infinità di tipi e bisogna valutare bene quale usare, scegliendo quello più specifico per tipo di struttura e temperatura. Quasi sempre un’applicazione diretta di silicone in superficie della parte da sigillare non è il modo più corretto di applicazione, potrebbe non risolvere a lungo il problema, ma è consigliato asportare e pulire eventuali parti in fase di distacco, meglio sarebbe con uno scalpello o la punta di un cacciavite a taglio, allargare leggermente la parte superficiale della fessura da sigillare e creare così una sede leggermente più larga, profonda e solida dove stendere il silicone dopo una buona spolverata e asciugatura, che comunque è bene non “tirare” troppo e lasciarlo leggermente generoso in modo che possa lavorare con maggiore dilatazione.

In caso esistano zone con intonaco distaccato, o parzialmente distaccato nell’area in cui passa la fessura da sigillare, bisogna demolire la parte e ripristinarla con intonaco nuovo, meglio se con malte antiririto, così eviteremmo di avere formazioni di nuove fessure nella zona del rappezzo quando si sarà asciugata la malta. Cosa importante è da tenere presente che la precedente fessurazione si potrebbe riformare nella zona in cui era presente prima, quindi tenere d’occhio la posizione, oppure tagliare direttamente il nuovo intonaco di rappezzo seguendo la linea della fessurazione ed agire con la sigillatura elastica della fessurazione.

Non entriamo in merito alle eventuali lavorazioni di sigillatura con utilizzo di rasature armate con rete vetroresina, garzature, utilizzo di materiali compositi come rete o garze in fibra di carbonio, oppure con iniezioni di resine, in quanto sono interventi più particolari e necessitano di specifiche competenze da parte di personale specializzato.

Teniamo sempre presente comunque, che in ogni edificio, che sia costruito in muratura, in calcestruzzo, in acciaio o un misto di elementi, anche in assenza di assestamenti, carichi, vibrazioni, basta il semplice variare delle temperature dal giorno alla notte o dall’inverno all’estate, ed i materiali si dilatano e muovendosi vanno a sollecitare le zone già compromesse in cui si sono manifestate le fessure, quindi più elastiche saranno le sigillature che abbiamo realizzato, maggiore sarà la tenuta alle infiltrazioni di acqua nel tempo.