Risanamento massetto bagnato
17 dicembre 2014
Risanamento muffa leggera
17 dicembre 2014

Risanamento guaina bagnata

perizie_danni_acqua
user_2149_140
trovare_perdite_acqua_idriche
user_2149_75
user_2149_790
logo-slide
user_2149_331
ricerca_perdite_idriche
user_2149_712
user_2149_85
termografia_aerea_drone
videoispezione_subacquea
specialista_ricerca_perdite
controllo_dispersioni_termiche
videoispezioni_condotte
controllo_casa
risanamento_vecchi_impianti
bonifica_odore_incendio
asciugature_edili_bonifiche
controllo_impianti_elettrici
mappatura_impianti_acqua_tubazioni
ricercare_infiltrazione_giardino_guaina
collaudo_manti_impermeabili
collaudo_fognature_tubazioni
indagini_georadar_mappatura_impianti
ricerca_infiltrazioni_acqua_tetti
risanamento_tubazioni_acqua
bonifica_muffa_umidita
ricerca_perdite_piscina

L’acqua infiltrata sotto la superficie di un tetto piano impermeabilizzato con guaina bituminosa o pvc e avente un materassino termoisolante inserito nella stratigrafia di materiali, non è in grado di asciugare in modo naturale e dopo un’infiltrazione di acqua rimane l’acqua intrappolata sotto la guaina.

La barriera vapore, il materassino di isolamento termico e la guaina impermeabilizzante sono stati installati per ottenere la sigillatura all’ingresso di acqua in tutte le posizioni, e quando si verifica che l’acqua arriva a infiltrarsi sotto questa stratigrafia andando a bagnare un’ampia zona di tetto, non è più possibile che essa possa fuoriuscire e asciugarsi in modo naturale.

Per questo quando avviene un’infiltrazione d’acqua in un tetto piano, dopo poco tempo si verifica il gocciolamento sul soffitto sottostante a causa della sacca d’acqua e poi con il passare del tempo l’area danneggiata si allarga sempre di più in quanto l’acqua sotto forma di vapore si espande in tutte le direzioni sotto la guaina, quindi lo strato di isolamento termico pregno d’acqua accusa una notevole riduzione delle sue funzioni e non funziona più correttamente come isolante termico.

Ulteriormente in inverno potranno verificarsi danni da gelo derivati dall’acqua ancora presente nella stratigrafia dei materiali e nel solaio bagnato, mentre in estate, a causa delle elevate temperature dovute all’azione del sole, si genererà evaporazione dell’acqua, con formazione di pressione dovuta al vapore nello strato sottoguaina, provocando la formazione di bolle con deformazioni e distacchi dalla superficie del tetto, andando a creare trazione meccanica nelle giunture della guaina con possibile formazione di distacchi, quindi con nuovi potenziali punti di infiltrazione nel tetto.

Considerando che l’abbassamento del rendimento termico comporterà anche maggiori costi di riscaldamento dell’immobile, con possibile innesco alla formazione di muffe e ponti termici, avere delle sacche di acqua sotto alla guaina non è sicuramente conveniente.

Il sistema di essiccazione di un tetto bagnato utilizzato da DIEMME ARTE CASA Srl prevede l’utilizzo di specifiche turbine per aspirare continuamente vapore, acqua, aria umida dalla stratigrafia dei materiali, e utilizzando specifica attrezzatura che permette la separazione dell’acqua dall’aria umida, verrà essiccata l’aria per essere rimessa nella zona sotto guaina e portare ad essiccazione la stratigrafia ed il solaio del tetto in tempi rapidi, evitando così lo smantellamento dell’intera impermeabilizzazione per consentire l’asciugatura.

In alcune situazioni è possibile proporre al cliente anche un intervento di riparazione delle guaina impermeabilizzante utilizzando la particolare tecnica di iniezione resina sotto vuoto.

Chiamaci per una consulenza GRATUITA
 
da rete fissa Numero Verde 800.031986
Oppure chiama direttamente il numero telefonico 335.7756136 per
contatto diretto con un tecnico
 
INTERVENTI RAPIDI IN TUTTO IL VENETO
programmazione interventi in TUTTA ITALIA
 

Se desideri scriverci puoi farlo anche qui:info@diemmeartecasa.com