Ozono in casa

Ozono in casa

In questa sezione vogliamo condividere un breve tutorial riportante alcune semplici informazioni su come eseguire dei piccoli interventi di manutenzione per la casa, sfruttando la tecnica del fai da te, particolarmente utile quando uno specialista non è a portata di mano. Gli argomenti saranno trattati in modo semplice e generico senza utilizzare termini tecnici al fine di renderli comprensibili anche ai profani, in caso di esigenze più specifiche e tecniche diventa opportuno consultare un operatore professionale.

Uno dei modi per sanificare l’ambiente interno della casa da batteri, virus, muffa, è l’impiego di Ozono tramite generatori di Ozono di adeguata potenza e nei tempi corretti in modo che non generi pericolo per le persone.

E’ necessario sapere che la sensibilità all’Ozono varia da soggetto a soggetto e dipende soprattutto dalla sua concentrazione nell’aria oltre che dalla tempistica di esposizione.

I sintomi tipici all’Ozono si possono riassumere in: irritazioni mucose, bruciore occhi, irritazione gola, oppressione toracica, dolori al respiro, capacità polmonare ridotta, reazioni infiammatorie vie respiratorie, riduzione capacità polmonare del 5-10% nei soggetti più sensibili.

In linea di massima le concentrazioni di Ozono di riferimento di possono definire:

  • Concentrazioni < 120 μg/m3 non si manifestano sintomi tipici
  • Concentrazioni 120-180 μg/m3 possono causare sintomi tipici in un limitato numero persone sensibili
  • Concentrazioni 180-240 μg/m3 possono causare sintomi tipici
  • Concentrazioni > 240 μg/m3 causano sintomi tipici

Concentrazioni più elevate per azioni massicce di bonifica sono consigliate nell’utilizzo da parte di personale specializzato dotato di specifiche strumentazioni di misura e di attrezzatura professionale.