Tipologie Controlli non Distruttivi

Tipologie Controlli non Distruttivi

Nell’area delle tipologie di Controlli Non Distruttivi applicabili nell’edilizia e relativi impianti esistono varie siglie identificative di questi controlli.

Le diverse tecniche di indagine eseguibili in modo non invasivo possono essere impiegate per valutare l’integrità di un materiale come ad esempio un manto impermeabilizzante o di una struttura edile o dei suoi impianti.

A seguide sintetizziamo le tecniche più utilizzate:

  • Esame visivo (VT) Analisi condotta ad occhio nudo da un operatore esperto nella difettologia del componente esaminato
  • Radiografia (RT) Impiego di radiazioni X o gamma. Risultato visibile su una pellicola o fotografia
  • Liquidi penetranti (LPI, PT) Applicazione di un liquido che penetra nei difetti per capillarità. Esaltazione della visibilità del difetto mediante contrasto cromatico
  • Ultrasuoni (UT) Analisi delle onde ultrasoniche riflesse o trasmesse all’interno del componente o tramite le strutture o impianti
  • Termografia infrarossa (IT) Analisi dell’emissione termica nella banda dell’infrarosso da parte di un corpo. Il difetto genera un’alterazione del campo termico.