Bilanciamento riscaldamento termosifoni

Procedura di sgravio perdite occulte
17 dicembre 2014
Bilanciamento riscaldamento pavimento
17 dicembre 2014

Bilanciamento riscaldamento termosifoni

perizie_danni_acqua
user_2149_140
trovare_perdite_acqua_idriche
user_2149_75
user_2149_790
logo-slide
user_2149_331
ricerca_perdite_idriche
user_2149_712
user_2149_85
termografia_aerea_drone
videoispezione_subacquea
specialista_ricerca_perdite
controllo_dispersioni_termiche
videoispezioni_condotte
controllo_casa
risanamento_vecchi_impianti
bonifica_odore_incendio
asciugature_edili_bonifiche
controllo_impianti_elettrici
mappatura_impianti_acqua_tubazioni
ricercare_infiltrazione_giardino_guaina
collaudo_manti_impermeabili
collaudo_fognature_tubazioni
indagini_georadar_mappatura_impianti
ricerca_infiltrazioni_acqua_tetti
risanamento_tubazioni_acqua
bonifica_muffa_umidita
ricerca_perdite_piscina

In un impianto di riscaldamento a termosifoni si possono riscontrare degli elementi dei termosifoni freddi o poco caldi, significa che non arriva acqua e potrebbe essere dovuto alla presenza di una sacca d’aria da sfiatare con l’apposita valvolina posizionata nella parte alta del termosifone.

Se dopo avere sfiatato l’aria in modo accurato e verificato che non esistono perdite in quanto il manometro della caldaia mantiene regolarmente la pressione di esercizio, si riscontra che ancora esiste un termosifone che non scalda o scalda poco, potrebbe essere dovuto a come è stato realizzato l’impianto con tubazioni troppo lunghe o zone mal distribuite, ed in queste situazioni potrebbe dare un pò di vantaggio eseguire il bilanciamento dell’impianto, agendo sulla valvola posizionata nella parte bassa del termosifone, normalmente coperta da un cappuccio di plastica.

Per l’azione di bilanciamento bisogna aprire tutta la valvola posizionata nella parte bassa di tutti i termosifoni, accendere l’impianto di riscaldamento ed il termostato ambiente possibilmente impostato ad una temperatura più alta in modo che non stacchi l’impianto durante la prova, dopo un’oretta si chiude un po’ la valvola solo nei termosifoni che risultano più caldi, in modo che la pressione dell’acqua diventa maggiore verso i termosifoni più freddi che dovrebbero aumentare la loro temperatura, si consiglia di verificare il bilanciamento della temperatura dei vari termosifoni in modo lento e graduale, anche applicando un semplice termometro sui termosifoni che sopporti almeno 70°C oppure usare un pirometro laser, ricontrollare la condizione se rimasta stazionaria anche il giorno successivo e se necessario tarare nuovamente, sempre agendo con chiusura sulla valvola in basso dei termosifoni per abbassarne la temperatura o aprendola per alzarne la temperatura.