Eliminare calcare nella cassetta wc

Eliminare calcare nella cassetta wc

In questa sezione vogliamo condividere un breve tutorial riportante alcune semplici informazioni su come eseguire dei piccoli interventi di manutenzione per la casa, sfruttando la tecnica del fai da te, particolarmente utile quando uno specialista non è a portata di mano. Gli argomenti saranno trattati in modo semplice e generico senza utilizzare termini tecnici al fine di renderli comprensibili anche ai profani, in caso di esigenze più specifiche e tecniche diventa opportuno consultare un operatore professionale.

Una delle perdite acqua più ricorrenti che si possono trovare in una casa è causata dalla cassetta del wc quando si vede scorrere l’acqua in continuazione nella tazza del bagno.

La causa di quel piccolo ma continuo scorrere di acqua nel wc, se non è dovuto ad un problema della guarnizione della stessa cassetta è quasi sicuramente dovuto ad un problema di eccesso di calcare.

Sebbene la perdita acqua può sembrare piccola, la sua continua presenza accumula nell’arco del tempo un enorme spreco idrico, per eliminarlo basterebbe eliminare il calcare dalla cassetta del wc e qui si apre il dilemma se cambiare gli elementi interni con altri  di nuovi o praticare una semplice pulizia del calcare, ma come, l’operazione potrebbe non essere proprio così semplice, dipende molto dal tipo di cassetta, se di tipo sospeso o ad incasso.

Ma nel generale come si può eseguire una pulizia efficace dal calcare accumulato nella cassetta del wc?

Prima di tutto bisogna aprire la cassetta per inserire un specifico prodotto anticalcare per cassette wc direttamente nell’acqua per riuscire a sciogliere il calcare incrostato sul galleggiante, serbatoio, guarnizioni, ecc.

E’ abbastanza improbabile riuscire a sciogliere tutto il calcare con prodotti poco aggressivi tipo aceto e comuni anticalcari per sanitari, si ottengono risultati decisamente migliori con specifici acidi per cassette wc usati nei modi e dosi descritte nelle confezioni.

I risultati migliori si ottengono dopo due o tre cicli di acido, a cadenze di pochi minuti cadauno in modo da non corrodere i vari componenti della cassetta ma solo lo spessore del calcare che sarà maggiore sul fondo della cassetta, pertanto è consigliato agire con tempi maggiori più si scende sul fondo, mettendo meno acqua nella cassetta in modo da aumentare la concentrazione di acido.

In queste fasi di rimozione del calcare con acido è molto importante tenere aperta la finestra per arieggiare il bagno ed alla fine della pulizia sciacquare la cassetta.

Naturalmente questi cicli di scarico di acqua e acido se eseguiti con una certa cadenza di manutenzione potranno sicuramente aiutare a prevenire consumi inutili di acqua e contribuiranno anche alla pulizia della tubazione di scarico e del vaso wc.

I tempi di cadenza tra una manutenzione e l’altra dipendono dalla durezza dell’acqua e dalla frequenza di uso del wc.

In caso il problema di scorrimento acqua non venga eliminato completamente può sempre essere valutata la possibile sostituzione degli elementi interni della cassetta se troppo usurati o sostituita l’intera cassetta.